The our tools to our realization

with LOVE
by Santhi Prasad

Annunci

Sw. Santhiprasad in Italia in Aprile 2015 a Faenza

SW.SANTHIPRASAD in Italia dal 24 al 26 Aprile 2015.

Sw. Santhiprasad sarà in Italia nel prossimo mese di Aprile 2015  per condurre Satsangam, serate di meditazione e seminari su temi riguardanti lo Yoga, la filosofia e la spiritualità indiana.
Gli incontri si svolgeranno nella Sede dell’Associazione School of Santhi Yoga School a Faenza.

Durante i Satsangam, incontri serali di meditazione, Sw.Santhiprasad guiderà i partecipanti in semplici meditazioni con l’obiettivo di sperimentare il proprio silenzio interiore in un’atmosfera di rilassamento, attenzione e amore e sarà disponibile per domande e chiarimenti sui temi trattati.
Durante i SeSw. Santhi Prasadminari tratteremo i temi principali insegnati da Sw.Santhiprasad e dalla School of Santhi Yoga School in maniera più intensa ed approfondita.

Questo periodo rappresenta una grande opportunità per chi intende approfondire le tematiche dello Yoga e della ricerca interiore secondo la tradizione indiana ed allo stesso tempo una possibilità concreta di conoscere validi strumenti per vivere la quotidianità in maniera più rilassata e felice.

Vi aspettiamo !!!

Per informazioni e prenotazioni:    Catia Fuligni:  349 3906553.

PROGRAMMA DI SEMINARI E SERATE DI MEDITAZIONE DEL MAESTRO SW.SANTHIPRASAD

SEMINARIO a tema: “Yoga ed energia interna”

Sabato 25 Aprile 2015 :  ore 9.30 -12.30 e 15.30 – 18.00
Domenica 26 Aprile 2015 : ore 9.30 – 12.30 e 15.30 – 18.00

c/o ASD School of Santhi Italia.
Presso Circolo Ferrovieri DLF
Via S. Maria dell’Angelo 1
Faenza. (Ra)

 In questi seminario intensivo Sw. Santhiprasad prenderà in considerazione i fondamenti della disciplina Yoga considerando i suoi effetti sull’energia interna dell’individuo e proporrà alcune pratiche meditative come validi strumenti di crescita perfettamente integrabili con la nostra vita quotidiana.  

 Serata di meditazione:

Venerdì 24 Aprile 2015 Ore 21
c/o ASD School of Santhi Italia.
Presso Circolo Ferrovieri DLF
Via S. Maria dell’Angelo 1
Faenza. (Ra)

Per informazioni e prenotazioni:    Catia Fuligni:  349 3906553.

School of Santhi Yoga School – Chennai India

Daily Yoga classes monday to friday
Open from early morning to late evening
You can step in any time that fits into your schedule

MONDAY – FRIDAY: YOGA CLASSES:
05:30 am – 06:30 am HATHA YOGA / POWER YOGA
06:30 am – 07:30 am HATHA YOGA / POWER YOGA
07:30 am – 08:30 am HATHA YOGA / POWER YOGA
09:00 am – 10:00 am HATHA YOGA / POWER YOGA
10:00 am – 11:00 am LADIES YOGA
11:00 am – 12:00 am LADIES YOGA
03:00 pm – 04:30 pm THERAPY YOGA
04:30 pm – 06:00 pm KIDS YOGA
06:00 pm – 07:00 pm HATHA YOGA / POWER YOGA
07:00 pm – 08:00 pm HATHA YOGA / POWER YOGA

kannan_asana_School of Santhi Yoga School – Chennai
No 2, 1st floor, 9th Main Road, Dandeeswaram Nagar, Velachery,
Chennai – 600 042, Tamil Nadu, India
phone (+91) 979 017 1722

Ritiro spirituale in Himalaya con Sw. Santhiprasad – estate 2013

Questo Ritiro Spirituale in Himalaya è l’occasione per seri ricercatori spirituali a venire in contatto con la vita spirituale e la saggezza dell’ India con Swami Santhiprasad come guida spirituale personale.
Sarà una grande opportunità per esplorare la grandezza del Himalaya ed il proprio sé interiore…

3 settimane in Himalaya Giugno-Luglio 2012

HIMALAYAdal 18 Giugno – al 5 Luglio 2012 
insieme al Maestro
Sw. Santhi Prasad

Per Veri Ricercatori …

 Questo ritiro di 3 settimane in Himalaya rappresenta una occasione per chi intende entrare in contatto con la spiritualità indiana nei suoi luoghi più caratteristici e con gli insegnamenti del Maestro
Sw. Santhi Prasad.
Questo ritiro e’ un opportunità di venire in contatto con la vita spirituale e la saggezza dell’India al fine di esplorare la grandiosità dell’Himalaya e del proprio se’ interiore.

Ci incontreremo a Delhi e poi partiremo per Rishikesh… dove inizierà il ritiro sulle rive del Gange.

Il Gange per gli Indiani non è solamente un fiume, ma un simbolo di fede, speranza, abbondanza e salute.

“La storia del Gange, dalla sorgente alla foce, dai tempi antichi a quelli moderni, è la storia della civiltà e della cultura indiana, della nascita e della caduta degli imperi, delle grandi città, delle avventure dell’uomo.”

Il ritiro spirituale e l’itinerario del viaggio sono stati pianificati in modo da svilupparsi lungo le rive di questo fiume, seguendone il suo corso…

INFO: Catia 349.3906553 – Massimiliano 339.4692009

Programma completo sul sito:
http://www.schoolofsanthi.it/yoga/ritiro-spirituale-in-himalaya.html

Dal Maestro Spirituale Sw. Santhiprasad.

Comprendi la tua mente. Tu sei il Maestro del tuo meccanismo interiore.
Guarda te stesso nello specchio del tuo Maestro (il tuo cuore).
Sw. Santhiprasad

“………Yoga non è una pratica, ma la vita stessa , alcuni Maestri hanno sperimentato questa realtà, …lo yoga e i loro insegnamenti erano parte della loro vita.
Certamente tutti gli esseri nascono in questa condizione, ma perdono il contatto con essa crescendo.
Tutto ciò è diventato ancora più evidente oggi, per l’uomo moderno…”

S C H O O L O F S A N T H I in The WORLD

SCH O O L O F S A N T H I

Dear Yoga Friends,

Welcome to our Traditional Yoga Teacher Training School in India, School of Santhi Yoga School and Yoga Research Centre in Kerala, South India, guided by Santhi, Swami Santhiprasad, our inspiring Yoga Master and Yoga Guru.

Swami SanthiPrasad teaches in Traditional Yoga,
in the spiritual way according to the Indian Gurukula System following the eight paths of Yoga described by Sage Patanjali in his Yoga Sutras.

The salient feature of this age old system is the total involvement of the Yoga Master in imparting knowledge to his disciples in an atmosphere of love and compassion.

This is being done in small groups at School of Santhi’s Yoga Teacher Training School in India and Europe.

Swami SanthiPrasad has designed his own Yoga Teacher Training program in three levels including totally 900 hours of Yoga study of which 500 hours are training in Yoga Asana.

Our aim is to mend professional Yoga Teachers and Yoga Instructors in 2 – 3 years time with in-depth knowledge in the Science of Yoga.

Santhi’s Yoga Teacher Training program include Pranayama, withdrawal of senses, concentration, meditation and integration practices. The study of Kundalini Yoga, Swara Yoga, Jnana Yoga, Karma Yoga, Bhakthi Yoga and Vedic Mantra chanting form part of the program. Besides this, human anatomy and physiology are also being taught for a better understanding of Yoga and its profound influence in the transformation of human body and spirit.

with Love and Respect…

Seminario a tema: Kundalini Yoga…

Seminario Kundalini Yoga

Domenica 23 Ottobre 2011.
Ore 9.30-12.30 e
15-18.30.
 
Seminario a tema:
Introdu
zione al Kundalini Yoga.
” La scienza della trasformazione dell’energia e le sue applicazioni”

Domenica 23 Ottobre 2011.
Ore 9.30-12.30 e 15-18.30.

Presso la sede
School of Santhi-Yoga School – Italia
c/o Circolo Ferrovieri DLF – (secondo piano)
Via S.Maria dell’Angelo (angolo via Cavour) – Faenza

 

Il Kundalini Yoga, è una antica scienza della tradizione indiana che studia il sistema psico-fisico dell’uomo e l’energia ad esso associata.
Durante il seminario prenderemo in considerazione questo sistema di Yoga nelle sue parti teoriche e pratiche, studieremo il sistema dei Chakra (Centri energetici) e delle Nadi (Canali energetici)  principali e l’importanza delle differenti respirazioni abbinate a centri e canali energetici.
Impareremo inoltre ad usare tecniche utili per la meditazione e per raggiungere uno stato di  profondo rilassamento sia fisico che mentale, migliorando così il nostro stato di benessere.

Ai partecipanti saranno fornite dispense relative al tema trattato.

Al seminario seguirà l’attivazione di un corso specifico, dedicato alla pratica e all’approfondimento del Kundalini Yoga, dei suoi aspetti teorici e delle sue possibili applicazioni pratiche.

 

Per informazioni e prenotazioni:

Massimiliano Nunziati: 339 4692009.
Catia Fuligni:  349 3906553.

I Chakra… Punti di trasformazione fra l’energia mentale e fisica…

In Sanscrito il termine Chakra significa ruota.
I Chakra sIndia primo anno di scuola nel 2007ono punti energetici che sono riconosciuti e catalogati dal sistema del
Kundalini Yoga.
In tutto il corpo questo sistema individua un numero altissimo di punti energetici, ma normalmente vengono ricordati solo i sette principali.
Un è un punto di trasformazione di energia da mentale a fisica (pranica) e viceversa;
è un punto dove le due principali Nadi (Ida e Pingala) si incontrano durante il loro moto a spirale che va dal basso verso l’alto.
I Chakra principali, esclusi gli ultimi due che sono situati all’interno del cervello in corrispondenza dell’ipofisi e del plesso cerebrale, sono situati sulla
spina dorsale; ma vengono nella maggior parte dei
casi sostituiti, nelle pratiche iniziali del kundalini yoga, dai loro campi corrispondenti, ovvero nel punto del corpo fisico che contiene la maggiore concentrazione del elemento legato al Chakra.
In ogni parte del corpo avvengono trasformazioni di energia ma nel caso dei Chakra principali questo risulta molto più evidente.
Ad esempio il primo Chakra, legato ad aspetti come la sicurezza del corpo, è situato nella zona del perineo tra l’ano e i genitali; ad un rilassamento o ad una comprensione degli aspetti legati al Chakra da parte di un’individuo, corrisponde una distensione della zona e un maggiore flusso di energia in essa.
Un classico esempio di come energia mentale e fisica interagiscono nel sistema psico-fisico di una persona al livello del primo Chakra, è dato dalla situazione in cui una persona non sia rilassata riguardo alla sicurezza del corpo vivrà con problemi di costipazione; che altro non è che un blocco della zona legata al primo Chakra.
Queste trasformazioni avvengono in tutti i Chakra e si individuano nei fenomeni come le sensazioni di calore o eccitazione nella zona genitale in presenza di pensieri riguardanti il sesso (secondo Chakra).
Il calore o la vibrazione alla zona dello stomaco, in presenza di emozioni forti come la rabbia (terzo Chakra);

e le piacevoli sensazioni di rilassamento che si provano nella zona del torace in momenti di empatia, amore (quarto Chakra).
Questi fenomeni sono il risultato della trasformazione che avviene tra energia mentale e pranica (fisica) cioè come l’energia psichica dei pensieri agisce a livello fisico energetico.
Nel Kundalini yoga la consapevolezza di questa relazione tra energia mentale e pranica fa si che vengano utilizzate pratiche attraverso cui, agendo sul respiro, sia possibile portare gradualmente la mente ad uno stato di quiete e silenzio.
Una mente silente rende la possibilità di osservare le proprie dinamiche interiori molto più semplicemente e chiaramente; in modo da potere gradualmente trasformare l’interiorità della persona avvicinandola sempre più all’amore e all’arresa verso l’esistenza.
Il Kundalini yoga tende a trasformare le energie più grossolane presenti nei Chakra, in energie più sottili fino a raggiungere gli stati spirituali più elevati.
La comprensione degli aspetti più grossolani dei primi Chakra permette alla consapevolezza dell’individuo di espandersi e a quest’ultimo di crescere verso aspetti sempre più sottili dell’esistenza come l’amore e la devozione e a sperimentare stati di profonda integrazione, silenzio, meditazione.
Nel sistema del Kundalini Yoga i Chakra vengono rappresentati da simboli che racchiudono gli aspetti più importanti legati al punto energetico.
Nel simbolo legato al Chakra sono presenti un numero di petali corrispondenti  alle sillabe dell’alfabeto sanscrito che sono usate nelle pratiche Yoga legate a quel particolare centro.
Tutto l’alfabeto sanscrito è rappresentato nelle sillabe presenti nei petali dei primi sei Chakra .
Nei simboli è presente inoltre una sillaba seme detta BIJA Mantra rappresentata in oro al centro del simbolo che indica il suono principale legato alla stimolazione del centro energetico.
Vi è inoltre un simbolo geometrico colorato detto YANTRA che rappresenta in maniera simbolica gli aspetti della consapevolezza del Chakra che viene utilizzato nelle pratiche di concentrazione e di stimolazione.
In determinate rappresentazioni ci sono simbologie come divinità o animali legate ai vari aspetti della persona e del Chakra.

Il significato del Mantra “OM”


..dal seminario:
   KUNDALINI
“la grande sorgente di guarigione”

(SATSANGAM VILLA SALTA 30/04/99)

Iniziamo con un po’ di silenzio…

Ho spiegato molte volte il significato di Om e l’importanza del suono: ci sono suoni specifici che hanno più potere di altri, certi suoni sono più potenti di altri; supponiamo che qualcuno venga da te e ti dica delle brutte parole…tu ti arrabbi, se ti dicono delle cose belle sarai felice quindi i suoni hanno una loro potenzialità.
Ci sono suoni con significato e certi suoni sono solo suoni senza significato.   Om ha un significato particolare.
Quando pronunci Om il suono accade nel silenzio; tutti i suoni non solo Om accadono nel silenzio.
Quindi facciamo il suono, riempiamo il silenzio con un suono per poi arrivare al silenzio altrimenti non è facile vedere questo silenzio.

Noi facciamo dei suoni…poi osserviamo… ah! ah! C’è il silenzio; il silenzio è naturale, così naturale che potremmo non essere in grado di vederlo, per cui facciamo un suono poi ritiriamo il suono e proviamo a vedere il silenzio… questo è lo scopo del suono nelle pratiche.
Questo suono ha un significato: è composto da tre sillabe: la prima sillaba è A…è un’apertura, tu apri la bocca e qualcosa esce, qualcosa viene in essere si apre la creazione; la seconda sillaba è U… è un controllo,  un mantenere la seconda sillaba è un mantenere in modo controllato quindi A… poi U…, U è un continuo, è l’esistenza, il mantenere, il sostenere; poi A…U…M… la terza sillaba M è il ritiro.
Tutto quello che vediamo come esistenza manifesta ha questi 3 principi di nascere, esistere per un po’ e ritirarsi; tutto quello che vediamo, noi siamo qui, staremo qui per un po’ e dopo domani ce né andremo… così tutto ciò che vediamo.

Allo stesso modo tutto ciò che vediamo nasce, esiste per un po’ e si ritira ; ecco perché questo suono è considerato molto importante: perchè contiene in sé i 3 principi di nascita, esistenza e morte… quindi non c’è niente di cui preoccuparsi… veniamo qui, vivremo per un po’ qui e poi ce né andremo… molto naturale.
Ma noi siamo spaventati, noi siamo spaventati, siamo spaventati da qualcosa…
“Quando?…Di solito!” Quando il processo naturale delle nozioni è attivo noi siamo spaventati. Questo è ciò che tentiamo di capire…Da dove viene la paura??…Qual è il problema?.. Qual’è il problema nell’andarsene da qui?
Per capire queste cose e per ritirare la mente noi facciamo un suono, esistiamo con il suono per un po’ poi lo ritiriamo e quando ritiriamo il suono la mente che è nella forma del suono si ritirerà anch’essa con il suono.
Quando facciamo un suono il nostro pensiero, la mente prende la forma del suono, ecco perché i grandi maestri dicono che “Tu sei quello che dici”. Se tu vai avanti a dire cose brutte la gente comprenderà che tu sei brutto perché quelle cose vengono dalla tua mente. Quindi quando facciamo un suono la mente è nella forma del suono, 5la mente esiste per un tempo nella forma del suono e quando ritiriamo il suono la mente che è nella forma del suono sì ritirerà… Quindi non-mente… Situazione terribile! …uno stato di non-mente è la meditazione; la meditazione è uno stato di non-mente.
Ecco perche’ la definizione di Mantra, il Mantra è un suono, è questa:
gli antichi lo hanno definito cosi’ “Mananal tranane iti Mantra”…
ciò con cui attraversi la mente è il Mantra
Ci sono suoni più potenti con cui tentiamo di ritirare la mente …e poi non c’è più niente…siete rilassati… siete in uno stato totale di assenza di stato… cosi perdiamo tutte le nostre posizioni, i nostri orgogli, il nostro ego… tutto… e noi esistiamo semplicemente…
e questa è una bella condizione.
Perche’  state seduti qui???  Per nessuna ragione, semplicemente siete qui senza scopo… diventate privi di scopo!!!!.
Cos’è che fa la paura ????…Quando siete senza scopo perché dovreste preoccuparvi???… perché dovreste avere paura???…studenti Yoga in Kerala
c’è  uno stato di esistenza così in cui non si prova paura, non ci sono desideri, non è una negazione di qualcosa è un’assoluto stato di esistenza e per questo facciamo tecniche e vediamo se è possibile comprendere più di quello che comprendiamo adesso e quindi  a volte utilizziamo dei suoni e a volte altre cose, diverse tecniche.
Comunque questa è l’importanza di Om….
Nei tempi antichi venne considerato come il suono più importante, niente era considerato come questo suono.
Questo non ha niente a che fare con la religione, quando gli aerei vanno a bombardare fanno questo suono, quando tu muovi un oggetto fa questo suono…
questo suono è là…  e questo suono continuamente ci presenta i 3 principi di nascita, continuazione dell’esistenza e ritiro.
Se sappiamo questo diventiamo sempre più calmi…
Quindi faremo il suono per un po’ con questo feeling, è una questione di feeling, se comprendete solo intellettualmente non serve ma se lo sentite nel vostro corpo nel vostro sangue nelle vostre cellule, nella vostra esistenza, nella vostra anima allora
è un’esperienza differente…
…quindi sentitelo…        e farete qualcosa…   

Sw.  Santhi Prasad